La Ferramenta

Su tutti i Vostri infissi richiedete l’installazione della ferramenta di serie con apertura ad anta ribalta; infatti questo tipo di ferramenta oltre a garantirvi una chiusura in più punti lungo tutto il perimetro della finestra, garantisce anche regolazioni multiple in altezza, larghezza e profondità con una perfetta ripartizione dei carichi sulla struttura. Questa facilità di regolazione del serramento sui tre punti, riduce le difficoltà di posa.

I vantaggi sono:

  • una maggiore flessibilità nel montaggio,
  • un’elevata tolleranza,
  • una regolazione facile e precisa della pressione di contatto delle guarnizioni su tutto il perimetro della finestra
  • e per finire migliore livello di sicurezza grazie ai nottolini a fungo.

Una finestra a prova di ladro?
I ladri entrano in casa soprattutto dalle finestre.

Uno studio ha appurato che l’82% dei furti avviene passando dalle finestre e non dalle porte d’ingresso.

A PROVA DI LADRO

Gran parte delle effrazioni sono occasionali e facili da evitare. Il fattore tempo svolge un ruolo importante; se un ladro non riesce ad entrare nell’abitazione in pochi minuti è portato a desistere. I serramenti che dovete montare a casa vostra devono presentare già nella dotazione standard un primo livello di sicurezza montando di serie, oltre alle chiusure su tutto il perimetro, uno scontro di sicurezza in acciaio che rende più difficili i tentativi di scasso del serramento, dispositivo presente sui serramenti della Falegnameria Cardinale.

Nella maggior parte dei casi il ladro attacca le aperture più deboli della casa, ovvero finestre e portefinestre che danno sul giardino o sui terrazzi. Ciò avviene in prevalenza durante le ore del giorno, tra le 9:00 e le 18:00, quando le imposte sono aperte. Dalle statistiche emerge che le effrazioni sulle finestre vengono effettuate mediante le seguenti modalità:

      1. Scardinatamento dell’anta – nel 69% dei casi.
      2. Perforazione dell’anta sul lato esterno e movimentazione della ferramenta (maniglia) con un pezzo di ferro sagomato – nel 24 % dei casi.
      3. Rottura del vetro – nel 7% dei casi

IL PUNTO DI CHIUSURA CHE FA LA DIFFERENZA

Il nottolino a rullo tradizionale offre garanzia di tenuta agli agenti atmosferici ma non protegge efficacemente dai ladri. Il nottolino a fungo (AGB in questo esempio ma che può essere fornito anche dalle maggiori case di produzione della ferramenta per finestre), invece, offre maggior protezione contro i tentativi di scasso.

Il nottolino tradizionale garantisce la chiusura dell’anta portando in compressione le guarnizioni della finestra e protegge solo dagli agenti atmosferici. Il nottolino a fungo inserendosi in profondità della gola dall’incontro, vincola efficacemente l’alta al telaio aumentando sensibilmente i tempi necessari allo scasso.

UNI ENV 1627÷30:2000
NORME PER UN SERRAMENTO ANTIEFFRAZIONE

Per definire un serramento antieffrazione non possiamo affidarci a considerazioni soggettive ma è d’obbligo seguire degli standard dettati da normative riconosciute e recepite a livello europeo. La normativa europea UNI ENV 1627÷30:2000 definisce i metodi per testare i serramenti e ne permette la classificazione in base a livelli di resistenza di riferimento. Ciò costituisce la base per una corretta valutazione delle prestazioni antieffrazione di un serramento a fronte dei relativi costi di realizzazione

CLASSE DI RESISTENZA 1
La finestra viene esposta a sollecitazioni tramite carichi statici e dinamici simulando calci, spallate ed attacchi senza impiego d’utensili da parte di un ladro occasionale.

CLASSE DI RESISTENZA 2
La finestra, oltre a subire le sollecitazioni previste per la Classe di Resistenza 1, viene sottoposta a prove di scasso simulando l’azione di un ladro esperto con i seguenti attrezzi:

  • Cacciavite lungo 40 cm Cacciavite addizionale Cunei
  • Pinza
  • Chiave inglese

SEGUICI SU FACEBOOK

SAINT-GOBAIN WINDOWS EXPERT

I NOSTRI PARTNERS

Menu